venerdì 26 settembre 2014

Torta salata con pomosecchi, cotto e burrata

Poco prima di partire per le vacanze controllo sempre che non mi rimangano nel frigorifero cibi che non posso portarmi dietro, ad esempio la pasta sfoglia è out, non avendo in dotazione nella cucina della casa al mare un forno.
Durante il check point ho trovato un paio di rotoli di pasta sfoglia prossimi alla scadenza e allora mi sono ingegnata con quel che c'era e ho preparato una torta salata chiusa, con all'interno pomodori secchi, di quelli che metto sott'olio durante l'estate, fiocchi di burrata e prosciutto cotto a fette.
Una spennellata di tuorlo su tutta la superficie e una abbondante spolverata di grana grattugiato.
Così, cuocendo, la superficie assume un bel colore dorato puntinato dal formaggio gratinato.
Con poco si ricavano 12 porzioni per antipasto, che possono diventare solo 6 se si decidesse di utilizzarla come secondo.
Il prosciutto cotto può essere sostituito con mortadella o praga, e la burrata con ricotta, fiordilatte (molto ben sgocciolato) oppure altri formaggi a fettine sottilissime.
Curiosi di sapere come conservare i pomodori secchi? Fate ancora in tempo, dai 'pizzicagnoli' del mercato si trovano montagne di pomodori essiccati pronti per essere lavorati.  Cliccate QUI, troverete tutto il procedimento per ottenere profumati e morbidi pomodori che regaleranno un po' di colore e di estate a tanti piatti.

-ricetta-
2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
200 g burrata ben sgocciolata
150 g pomodori secchi sott'olio, sgocciolati
120 g prosciutto cotto
1 tuorlo
grana grattugiato
Accendo il forno portandolo a 200°.
Stendo su una placca rettangolare uno dei due rotoli, punzecchio il fondo con una forchetta e sopra ci distribuisco i pomodori sgocciolati e tamponati, tagliati a pezzetti.
Ricopro con le fette di cotto e poi aggiungo la burrata a fiocchi.
Chiudo col secondo rotolo sigillando bene i bordi.
Sbatto il tuorlo con un goccio d'acqua e spennello l'emulsione su tutta la superficie della torta salata, quindi approfitto dell'umidità per farci aderire una bella manciata di grana grattugiato.
Infilo la teglia nel forno caldo e cuocio per circa mezz'ora, o fino a che la superficie non è dorata in modo uniforme.
Sforno la quiche, la lascio intiepidire su un vassoio dopo aver eliminato la carta alla base e quindi la taglio in 12 porzioni che servo tiepide.

3 commenti:

gwendy ha detto...

una vera delizia,e tra l'altro con pochi ingredienti!!

Jo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Jo ha detto...

Carissima Gwendy, il suo segreto sta appunto nella leggerezza, niente appareil, per morsi saporiti e fragranti.
Ciaooo!,,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...