giovedì 18 aprile 2013

Gnocchi di patate e taragna con broccolo romanesco e prosciutto

Guardo con orrore quello che sta succedendo negli Stati Uniti, esplosioni devastanti come a Boston, procurate con bombe fatte in casa che distruggono vite innocenti, impianti per la produzione di fertilizzanti che esplodono a Waco, causando morti e feriti tra la popolazione.
Ero a Londra solo pochi giorni fa e con le mie amiche ci sottoponevamo quasi con fastidio a minuziosi controlli prima di entrare in qualsiasi luogo pubblico. Alla luce di tutti questi fatti è la dimostrazione che non sono fatti invano. Rallentano il piacere di una visita a un museo ma forse salvano la vita.
Povera vecchia Terra... che ti sta succedendo? troppa civiltà o troppa tecnologia che si ribella ai suoi stessi dogmi? A Boston sembra che almeno una delle bombe fosse un ordigno rudimentale fatto con una pentola a pressione, col procedimento per realizzarlo spiegato passo passo su internet!
Sarebbe il caso di sorvegliare e sopprimere questi filmati, ma YouTube persegue ferocemente solo la violazione dei diritti d'autore.
Dopo queste riflessioni mi ritrovo comunque a parlare di cucina, dove la pentola a pressione per me è un utile strumento di cottura e basta.
Quando io e la mia amica Gina andiamo in giro tra Castione e Bratto facciamo danni, alle nostre spalle soprattutto e alle braccia, perchè entriamo in una moltitudine di negozi (solo di alimentari) e acquistiamo di tutto caricandoci come dei muli da soma.
Nella sporta, l'ultima volta, son finiti anche questi gnocchi fatti con patate e farina di grano saraceno, ringrazio il salumiere per il consiglio, perchè sono davvero un ottimo prodotto artigianale.
Una sera che mio marito aveva particolarmente appetito, il che succede tutti i giorni quand'è a casa, gli ho preparato questo piatto sfruttando mezzo cavolo che avevo già cotto, a vapore nel cestello della pentola a pressione, un paio di fette di prosciutto cotto e giusto un pezzetto di zola per mantecare, completando con un veloce passaggio in forno.
Se non trovate gli gnocchi già pre-confezionati, preparateli in casa mescolando le patate schiacciate con farina da polenta taragna al posto di quella bianca, aggiungendo un uovo per legare.
Dosi per 4

-ricetta-
600 g gnocchi pronti
200 g cavolo romanesco cotto
100 g prosciutto cotto a fette
50 g zola
formaggio grattugiato
olio evo
sale, pepe
Trito grossolanamente il cavolo e lo mescolo al prosciutto, anch'esso tritato.
Taglio lo zola a pezzetti piccoli.
Lesso gli gnocchi in acqua bollente salata, li scolo appena risalgono in superficie e li traferisco in una grande boule, li condisco col cavolo e il prosciutto e, dopo che li ho mescolati con delicatezza, li trasferisco in una pirofila, li spolvero con formaggio grattugiato e con lo zola a pezzetti e li faccio scaldare-gratinare in forno a 200° per 10'.
Bon appétit, super sapore!

2 commenti:

MARISTELLA ha detto...

Sono pienamente d'accordo con te...a volte preferisco non ascoltare il telegiornale perchè mi mette una tristezza infinita ma è un nostro dovere sapere cosa accade nel resto del mondo e in Italia...deliziosi questi gnocchi ci tireranno su di morale :-)

Jo ha detto...

consoliamoci sì, Maristella cara...
al massimo con la cucina ci facciamo male alla linea!
Ciao!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...