domenica 1 settembre 2013

Gelato di lamponi e pesche di Volpedo

Urca, è già arivato settembre, ancora un paio di settimane e poi mi sa che il blog si prenderà un po' in vacanza, assieme a me. Quest'anno dall'isola ho intenzione di collegarmi molto poco. Il collegamento da lì è sempre difficile, voglio evitarmi lo stress di girovagare come una rabdomante in cerca di segnale e pubblicherò poche ricette, preparatevi alla mia assenza.
Intanto però sono qua e ieri ho fatto il gelato.
Come mi sarà mai venuto in mente l'accostamento lamponi-pesche? Mah, non saprei dirvelo, forse le pesche stavano maturando velocemente, o piuttosto volevo smorzare l'acidità dei lamponi.
Sta di fatto che ho unito i due frutti e sono soddisfatta del risultato.
Ne è uscito un gelato leggero, nonostante la presenza della panna sembrava quasi un sorbetto, poco dolce, mi piace che non lasci quello sgradevole senso di bocca impastata di zucchero, troppo buono evidentemente perchè è finito tutto subito!
Finchè si trovano ancora lamponi, peraltro coltivati nelle valli del Trentino, credo lo ripeterò. Mancheranno le deliziose pesche di Volpedo, sì, proprio nel paese del famoso Giuseppe Pellizza (vi ricordate Il quarto stato? magnifico dipinto, la sua opera più famosa) coltivano pesche gialle dalla polpa soda e dal sapore inconfondibile, tutelate dall'omonimo consorzio.
In loro sostituzione usate pesche gialle profumate e mature.
I lamponi e gli altri frutti di bosco stanno vivendo un periodaccio, nelle ultime settimane è montato un grande allarme per numerosi casi di epatite A, sembra scatenata da frutti congelati contaminati da acque di lavaggio o di irrigazione infette.
Proprio per questo vi consiglio la frutta fresca e certificata italiana. Quella surgelata pare arrivi da ogni parte del mondo, i frutti surgelati poi sono privi di consistenza, a chi piacciono? quando non è stagione si mangia altro!
Buona domenica 1° settembre soprattutto a un manipolo di amiche particolari... keep calm & wait, girls!

-ricetta-
250 g lamponi
150 g pesche gialle
200 ml panna fresca
100 ml sciroppo di zucchero
50 g zucchero semolato
1 albume
succo di lime
Frullo i lamponi puliti con la pesca a pezzettini assieme allo zucchero e a 2 cucchiai di succo di lime.
Diluisco la purea di frutta con lo zucchero liquido e con la panna, da ultimo aggiungo l'albume leggermente sbattuto.
Verso tutto nella gelatiera e faccio addensare sino a che non vedo la massa ben mantecata, poi la trasferisco in un contenitore e la ripongo in freezer.

3 commenti:

Cuoca Pasticciona ha detto...

Hai assolutamente ragione riguardo i frutti surgelati, non sapevo di questa notizia sull'epatite ma è sempre buono a sapersi. Da me purtroppo è quasi impossibile trovare i frutti rossi ma fino ad ora mi sono trattenuta dal prenderli surgelati. Complimenti per questa ricetta fresca e golosa perfetta per la fine dell'estate e goditi le prossime vacanze in pace e tranquillità!
http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

Maria Grazia ha detto...

Carissima, Jo. Anche io ho sentito questa inquietante notizia sui frutti di bosco surgelati. Per quanto riguarda le pesche di Volpedo io le trovo deliziose, le migliori forse. Ed il tuo gelato deve essere una delizia! Sai che mi mancherai, Jo? Fai una capatina ogni tanto, ma non troppo di rado! :)
Un abbraccio grande, grandissimo e a presto!
Mg

Jo ha detto...

ahahhahh! tranquille, non parto subitissimo, sto qui sino a metà mese.
Finalmente qualcuno che conosce le pesche di Volpedo...noi abbiamo un amico originario di quel paesello ed era doveroso conoscerle, comunque meritano e vale la pena assaggiarle se capitano a portata di spesa.
Vi ringrazio sempre con tutto il cuore per il sostegno...
e vi abbraccio C.P. e Maria Grazia! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...