domenica 5 giugno 2011

Stuzzicare il palato...

Spesso prima di una cena per 10/12 persone capita di dover attendere chi non trova la strada, oppure è rimasto imbottigliato nel traffico cittadino.
Per ingannare il tempo tra una chiacchiera e l'altra vengono in nostro soccorso i finger food.

Da ragazza, durante una vacanza in Grecia, rimasi molto colpita dalla loro antica usanza di servire i "mezé", piattini ricolmi di bocconcini di ogni sorta di piccole leccornie, insieme ad un aperitivo. L'anno successivo in Spagna ebbi modo di apprezzare le "tapas", in una bodeguita di Siviglia, servite con dell'ottimo vino di Jerez. Qui da noi la stessa usanza la si può trovare in Veneto, a Venezia soprattutto, dove i 'bacari' servono i "cicheti" (piccole porzioni di specialità veneziane da mangiare con le dita, o con l'ausilio di uno spillo che gli uomini si appuntavano dietro il revers della giacca) insieme ad una ombra de vin.
Leggendo, sbirciando, osservando in giro, ma soprattutto creando nella mia mente ho raccolto una discreta varietà di stuzzichini da servire con un bicchiere di sangria, ad esempio, oppure con un calice di bollicine, sempre gradite.
A poco a poco svelerò tra queste pagine i miei must...a cominciare da questo che potrebbe essere realizato con altri tipi di pasta ripiena, purchè di dimensioni non ridottissime:

Agnolotti alla piemontese fritti
-ricetta-
per una dozzina di persone occorrono 3 etti di agnolotti (sceglierli di ottima qualità, possibilmente di fattura artigianale, è importante la qualità del ripieno ), una padellina per friggere di quelle alte, dell'olio di semi di arachide.

Far scaldare bene l'olio quindi buttarci, pochi alla volta, gli agnolotti e farli dorare. Scolare su carta da cucina e servire caldi. Sono deliziosamente croccanti e appetitosi, uno tira l'altro!




Bonbon di piselli e feta
-ricetta-
250 g piselli in scatola ben scolati
100 g feta D.O.P. greca, 30 g parmigiano o padano grattugiato
1 uovo, farina, 1 cucchiaio di semi di sesamo
sale e pepe


Passo al mixer piselli, uovo e feta, poi trasferisco il composto in una boule e aggiungo il parmigiano grattugiato, i semi di sesamo e la farina che assorbe per ottenere un composto abbastanza denso (circa 2 cucchiai). Regolo di sale, macino un po' di pepe nero e metto in frigorifero a rassodare. Poco prima di servire formo delle polpettine grosse come una noce, le rotolo nella farina e le friggo in olio di arachidi. Metto a scolare su carta da cucina e servo su un letto di misticanza.





4 commenti:

Vitto ha detto...

Forse oggi ce la faccio a pubblicare un commento...Ho dovuto reimpostare tutti i dati,dato che non riuscivo più a postare un commento da nessuna parte...

Macciao Jo!!!!! :D

Come al solito mi fai venire l'acquolina in bocca... :)

Bacio :-*

jo-jo ha detto...

Macciao Vitto.... :)
è solo un antipasto...appena avrò un po' di tempo costruirò qualcosa di bello, o per lo meno lo spero!

Anche a me nei giorni scorsi non mi faceva postare commenti da nessuna parte, dev'essere Blogger....

:-**

Anonimo ha detto...

non riesco a postare da nessuna parte, Vitto dimmi come hai fatto.
Mannaggia sto blog e' fantastico giusto per me , Jo sei "MITICA".
sono MARA

jo-jo ha detto...

Mara, ciao! hai postato ma come anonimo....benvenuta! :))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...