mercoledì 11 aprile 2012

Pancotto gratinato

Che mi cucino, ora che siamo ripiombati in inverno, mi chiedevo poco fa?
Questo tempo mi rattrista e mi fa venir voglia di una zuppa, calda e densa.
Qualcosa di leggero, veloce e frugale.
Ho avanzato un paio di fette di pane rustico cotto a legna, buonissimo anche da solo ma irrimediabilmente secco. Buttarlo? mai!
Ogni tanto penso che i miei cassettini della memoria sono come un immenso caveau di cassette di sicurezza... avete presente? pareti intere di sportellini, finchè la memoria mi assiste con la sua chiave universale chissà quanti continuerò ad aprirne.
E così mi sono ricordata una zuppa che ogni tanto preparava mia mamma la sera, sicuramente anche lei presa dalla voglia che nulla andasse sprecato.
Ma potevo limitarmi ad un semplice pane cotto in brodo e poi condito con un filo di olio a crudo? quando mai!
Fate attenzione a quando tagliate il pane raffermo, a volte è molto duro e il coltello può scivolare.
Ogni regione, almeno credo, ha la sua ricetta di pancotto, con pomodoro, senza, con altre verdure e con vari tipi di grasso a condirlo. E' un piatto poverissimo, ma non per questo meno gustoso.
Ho pensato che una volta cotto, appena profumato da una grattata di noce moscata, e trasferito in singole ciotole diventi ancor più buono se messo a gratinare in forno con sopra del formaggio a filetti.
Quando avrà formato una bella crosticina lo si porta in tavola e solo allora si condisce con un goccio di olio e pepe nero, se piace.

-ricetta-
300 g pane secco
15 g burro
olio evo
cipolla, foglie di sedano
formaggio tipo emmental, fontina, provolone, o padano
noce moscata, pepe
brodo di pollo o vegetale

Vabbè, ormai lo sapete che ho la fissa del brodo, i dadi li utilizzo solo in casi estremi (anche quelli bio che faccio ogni tanto, perchè sono troppo salati comunque), e in un modo o nell'altro me ne ritrovo sempre una bottiglia in frigorifero. In cucina serve per talmente tante cose che ormai lo faccio per abitudine, con piccoli avanzi e pezzetti di carne o pollo (vanno bene anche le carcasse) o con le verdure. Ne scaldo un litro.
Taglio a dadini il pane e trito finemente uno spicchio di cipolla con le foglie di sedano.
Riduco a filetti circa 80 g di formaggio.
Scaldo una nocetta di burro e 2 cucchiai di olio in una casseruola e ci soffriggo le verdure poi metto il pane, lo faccio tostare e verso tutto il brodo, mescolo e cuocio per una decina di minuti.
Trasferisco la zuppa in 4 ciotole individuali, gratto un pochino di noce moscata e cospargo di formaggio.
Metto sotto il grill rovente e aspetto 5', o il tempo che ci vuole perchè si formi la crosticina.
Porto in tavola con un filo di olio e un po' di pepe.


1 commento:

Donaflor ha detto...

davvero l'ideale per queste giornate...ahimè...ancora fredde! buono il pancotto!
baci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...