sabato 16 novembre 2013

Lasagne vegetariane con radicchio e ricotta

Su dai, bando alla pigrizia, vi propongo un piatto da cucinare oggi per domani, non ci vuole molto tempo per realizzarlo, cuocete una besciamella, intanto che intiepidisce stufate velocemente il radicchio, poi si mescola tutto in una boule con la ricotta, si spalma sulle sfoglie di pasta a strati, componendo la lasagna che è pronta da infornare.
Un'ora in tutto? forse meno.
Per fare una lasagna per 9 persone non mi sembra granchè, alle volte è più complicato pensarlo che farlo. Con la pasta fresca pronta non c'è neppure bisogno di scottare le sfoglie, anzi la lasagna risulta più al dente così.
La besciamella e la ricotta stemperano la nota amara del radicchio e non appesantiscono troppo il risultato finale.
Scegliete, se potete, ricotta di caseificio. Oppure acquistate quella sfusa pressata in grandi cestelli, quelle in vaschetta sono troppo morbide e addizionate di panna, meglio la rusticità di quelle più simili al prodotto fresco.
Vi ho convinto? oggi sarà il nostro primo piatto, inizia una serie di 18 incontri sulle sottozone dei rossi di Bourgogne, che son tantissime. Terra di Pinot noir di gran classe, sarà un piacere scoprire le differenze dello stesso vitigno attraverso tutta la regione.
Non vi occorre una lasagna per 8 persone? dimezzate le dosi.

-ricetta-
500 g radicchio
250 g pasta per lasagne
250 g ricotta fresca
100 g formaggio grattugiato
2 scalogni
olio evo, sale

per la besciamella: 500 ml latte, 40 g burro, 35 g farina, sale, noce moscata
Preparo il roux della besciamella sciogliendo il burro e tostando la farina, ci aggiungo il latte intiepidito mescolando per non fare grumi, porto al bollore e lascio cuocere lentamente, mescolando spesso, per 10'. Salo e macino un po' di noce moscata, spengo e lascio intiepidire.
Intanto pulisco e lavo il radicchio, lo sgrondo e lo taglio a striscioline. Faccio appassire in una grande padella con 3 cucchiai d'olio i due scalogni puliti e tritati prima di aggiungere il radicchio che spolvero con un pizzico di sale, giro e faccio rosolare per 5/6'.
Prendo una grande boule, ci verso besciamella, radicchio e ricotta e amalgamo con una spatola.
Imburro una pirofila grande e rettangolare, stendo due sfoglie appaiate che ne ricoprano il fondo e le spalmo con il composto, spolvero con abbondante formaggio grattugiato, ricopro con altre due sfoglie e ripeto la farcitura e gli strati di pasta. Sull'ultimo spalmo un pochino di burro morbido, appena un velo, e condisco con abbondante formaggio.
Se non le cuocio subito, sigillo la pirofila con pellicola e la ripongo in frigorifero, anche per un giorno.
Scaldo il forno portandolo a 190°, inforno la pirofila e la faccio cuocere 20' in modo che sulla superficie si formi una bella crosticina scura.
Spengo, lascio riposare 10' poi la taglio a tranci e la servo.

Domani vi aggiorno sul vino con cui l'abbiamo abbinata.

3 commenti:

Maria Grazia ha detto...

Convintissima, Jo! :)
D'altronde, le tue preparazioni sono sempre una garanzia!
Un abbraccio
MG

Cuoca Pasticciona ha detto...

Un bel piatto autunnale che conquista proprio tutti...Alle lasagne della domenica non si può dir di no :)

Jo ha detto...

In autunno quest'anno ci siamo in pieno, tanto per cambiare ri-piove! Non ne posso davvero più!
Maria Grazia, mi fai arrossire.
Quanto alle lasagne della domenica, qui da me sono pure del sabato o del venerdì, a seconda degli inviti per le dgustazioni.... fortuna che c'è la pasta fresca pronta, se dovessi partire dall'impastarla non finirei più. Ieri comunque il compito è stato più lungo ma meno impegnativo, mi sono dedicata alla ribollita!
Ciao ragazze, un abbraccio e buona settimana (e che il tempo mi assista per mercoledì, ho in programma una gitarella a Venezia ♥)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...