giovedì 14 marzo 2013

Ragù ortolano


Bene, ieri sera è stato eletto il nuovo papa, Francesco I, che letto all'inglese mi fa simpatia, Pope Francis, mentre in italiano lo ricollego a roi François Ier, mi sa che ho studiato troppa storia francese!
Speriamo che il I (primo) rimanga solo sulla carta. Nell'impossibilità di fare papa il Cardinal Martini è stato comunque scelto un gesuita. Scelta interessante per la Chiesa. Il nome che ha scelto richiama non solo il santo poverello di Assisi ma pure Francesco Saverio, tra i fondatori dell'ordine della Compagnia di Gesù.
Mi auguro che il neo eletto faccia un buon lavoro, chissà se riuscirà a condurre la chiesa su una via più francescana.
Che c'entra con la cucina? non lo so, è una pagina di storia, pensate che posso contare 7 papi da quando sono nata. Dal 260° al 266°. Accidenti, come passa il tempo!
Cuciniamo? ok!! Appena posso preparo qualche cosa per Anna ma soprattutto per Giulio, suo figlio, gran estimatore della mia cucina. Cuocio pentole di sugo che poi Anna utilizza per fare veloci lasagne o per condire la pasta, a meno chè Giulio non lo abbia terminato prima, spalmandolo su fette di pane a mo' di bruschetta.
Per non farle sempre il 'solito' alla salsiccia ho voluto variare con questa esplosione di sapori dell'orto.
Ho utilizzato tante verdure, realizzando una specie di minestrone in salsa di pomodoro, davvero gustoso e leggero. E vegetariano, per chi apprezza tale stile alimentare.
Ho mescolato quasi tutte le verdure che avevo in dispensa, chiaro che se non avete la zucca o il cavolo rosso potete utilizzare peperoni o topinambur, o quello che avete. Il segreto è rosolare bene la verdura a dadini in modo che si insaporisca al massimo e poi bagnarla con la passata e cuocerla lentamente per circa un'oretta. I sapori si mescoleranno senza che le verdure si spappolino e assaggerete un ragù diverso.
Stendendolo su strati di lasagne fresche e completando con formaggi a vostra scelta comporrete delle lasagne superveloci. Anna-vet docet.
Le dosi vi sembreranno abbondanti ma così fate un lavoro unico e potrete congelarlo a vaschette, btw, se vi pare troppo, dimezzatele.

-ricetta-
200 g carote
200 g  sedano
200 g zucchine
100 g cavolo rosso
150 g zucca
4 gambi di carciofo
100 g pomodorini
1 porro
1 cipolla
1 scalogno
800 g passata pomodoro
1 cucchiaino di sambal
100 ml olio evo

Preparo tutte le verdure pulite e tagliate a dadini di 1x1 cm, è il lavoro più lungo per chi non ha troppa dimestichezza coi coltelli.
Scaldo in una pentola capace e piuttosto larga l'olio evo e ci metto a rosolare tutte le verdure preparate.
Devono soffriggere a fiamma alta, perciò le mescolo frequentemente per farle insaporire senza che brucino. In tutto ci vorranno almeno 20'. A questo punto aggiungo il sambal o un peperoncino piccante fresco tritato, o in polvere, usate quello che avete.
Quindi bagno con la passata e sciacquo con 200 ml d'acqua la bottiglia, aggiungendo anche quel liquido.
Porto a ebollizione poi abbasso la fiamma e la tengo al minimo perchè il ragù deve solo sobbollire piano per circa 50'.
Spengo e lascio intiepidire poi assaggio se va bene di sale, di solito non ne aggiungo.
Lo porziono in vaschette per conservarlo in freezer.

2 commenti:

muffins ha detto...

Io 5 papi all'attivo, uno in meno di te!

Jo ha detto...

son due! sono nata sotto Pio XII....
Ciao Muffins! ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...