martedì 28 giugno 2016

Risotto alle fragole, mantecato all'avocado

Il piatto di oggi richiama un po' i colori della nostra bandiera, molto sventolata ieri per festeggiare l'impresa degli azzurri contro la Spagna. Bravi ragazzi... continuate così.
Forse oggi sarebbe stato più appropriato pubblicare una ricetta coi fagioli. Addio Bud. Ci hai fatto tanto sorridere coi tuoi film naïf e mai volgari.
La stagione delle fragole quest'anno è lunghissima, essendo cominciata con largo anticipo.
Perciò mi sfogo e le metto quasi dappertutto, nelle insalate, ho provato ad arrostirle per usarle con la carne, ne ho fatto confetture aromatizzate in vari modi.
E poi le ho messe nel risotto, mantecandolo con una salsina semplicissima di avocado profumato da lime. Una vera delizia.
Ci state? Vi ho convinto? In più è un ottimo sistema per utilizzare le fragole più mature e un po' ammaccate che inevitabilmente capitano in mezzo al cestino che acquistiamo. Fateci caso... sul fondo ci sono sempre quelle più mature o le più acerbe... insomma, è un sistema per appiopparti un po' di tutto dal momento che rarissimamente si trovano vendute a peso, sfuse.
Non so dirvi quanto ho invidiato, sia quest'anno che quello passato lungo tutto il percorso nel nostro viaggio in Alsazia, tutte quelle persone che ho visto chine in campi di fragole con un cestino in mano, che facevano la loro personale raccolta di fragole in campi aperti... ovunque c'erano cartelli che invitavano alla personale cueillette des fraises.
Dopo tutte le polemiche sulla provenienza della frutta che arriva sui banchi della grande distribuzione e dei mercati, scegliere prodotti italiani si può e si deve, sperando che siano più controllati e più sani.
Quando si fanno risotti alla frutta è sempre meglio usare brodi vegetali fatti in casa dei quali possiamo controllare la concentrazione regolando l'estrazione di sali e succhi mediante la bollitura più o meno prolungata. Ci vuole davvero pochissimo, qualche avanzo di verdure e una breve cottura perché si sprigioni un buon odore per tutta casa.
Per i risotti do la preferenza a risi semifini, lo so che vado un po' controcorrente ma è un vizio di famiglia. In casa non si usavano molto il Carnaroli o l'Arborio. Si preferivano risi a chicco medio e io mantengo questa abitudine. Oltretutto, varietà come il Maratelli ultimamente sono rivalutate e ripiantate. E finito il monopolio di pochi risi. Se ne trovano di diversissime varietà e molti sono da agricolture biocompatibili se non addirittura biologiche.
Dosi per 4

-ricetta-
320 g riso tipo Vialone nano o Maratelli
250 g fragole già pulite + 60 g per la guarnizione
1/2 avocado
1 lime
brodo vegetale
olio evo
burro
sale
Sbuccio mezzo avocado e lo schiaccio con una forchetta, come dovessi fare un guacamole, lo salo e lo irroro col succo di mezzo lime.
Trito le fragole, ben lavate e tamponate.
Scaldo olio e burro in parti uguali, circa 20 ml + 20 g, nei quali tosto il riso.
Quando è ben caldo lo sfumo con un mestolino di brodo che tengo a leggero bollore in una pentola vicina, poi aggiungo tre quarti delle fragole e proseguo la cottura aggiungendo brodo a mestoli mano a mano che viene assorbito.
Quando il riso è quasi cotto aggiungo il restante quarto di fragole, in modo che rimangano più consistenti, dato che quelle messe all'inizio si sono disfatte e hanno colorato e insaporito la massa.
Da ultimo manteco con la salsa di avocado e una volta porzionato il risotto nei singoli piatti li guarnisco con un cucchiaio di fragole fresche tagliate a cubetti e mezza fettina di lime.
Niente formaggio nei risotti alla frutta, come del resto in quelli di pesce.



4 commenti:

Cipensiamo Noi ha detto...

Molto particolare!!!! Ho sempre in mente di provarlo ma poi quando ho le fragole non so resistere e me le mangio così!! Buonissimo risotto! Bacione Mirta

Jo ha detto...

E ma così non lo farai mai, Mirta!
Resisti e provalo...
Kiss

Maristella Maltinti ha detto...

Ciao Jo che ricetta carina sicuramente da provare per cambiare la solita routine culinaria! A presto

Jo ha detto...

Ciao Maristella... è proprio così. Non ce la faccio ad abituarmi alla routine.
Devo sempre metterci qualcosa di diverso... Buon weekend, iron woman!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...