sabato 6 agosto 2016

Bourek, briouates... simili sono

Accidenti come vola il tempo. Solo sabato scorso a quest'ora stavo preparando il piccolo bagaglio a mano per volare in Sicilia e adesso sono qui, alle prese come al solito con l'organizzazione della due giorni di pranzi e cene.
Dopo 24 ore di forte maltempo oggi c'è un cielo terso e la temperatura è più che gradevole. Stanotte siamo dovuti ricorrere addirittura alla coperta. Mantenendo, però, tutte le finestre rigorosamente aperte.
Buon sabato amici gourmand e buon weekend!
Questa nuova ricetta sarebbe perfetta per un picnic.
Quando faccio la spanakopita oppure uso pasta fillo, è quasi certo che ne avanzerò qualche ritaglio o un paio di fogli.
E allora per non sprecarla, che non può essere rimessa in freezer e si secca solo a guardarla, ricorro a questi espedienti, peraltro golosissimi, e realizzo i triangoli che, a seconda del paese che affaccia sul Mediterraneo che li fa, dal Marocco al Libano e persino in Turchia, si possono chiamare in vari modi. Sempre triangoli di brik o pasta fillo ripieni di verdure, carne o pasta di mandorle (nella versione dolce) sono.
Per questi ho ricevuto anche i complimenti dell'amica Assunta, che sostiene che a lei non riescono mai così. Li ha trovati uguali a quelli che dovrebbe fare seguendo la ricetta della sua amica turca Moruet. Peccato perché è molto brava in cucina, ma mi sa che è anche molto distratta e ogni tanto si perde qualche passaggio fondamentale.
Comunque non vi metto dosi precise, io li ho fatti con avanzi di ripieno e di pasta e ne sono usciti 8 pezzi.
Vedete voi. Potete anche prepararne un vassoio pieno per un buffet e servirli tiepidi.

-ricetta-
un paio di fogli di pasta fillo
spinaci e ricotta lavorati assieme
olio evo
Dai fogli di pasta fillo ricavo strisce di circa 8 cm di larghezza e piuttosto lunghe sulle quali appoggio, ad una estremità, un cucchiaio di ripieno fatto di spinaci sbollentati e ripassati mescolati con ricotta o feta.
Poi inizio ad arrotolare chiudendo una punta a triangolo e avvolgendo tutta la striscia sino ad ottenere uno spicchio triangolare con più strati di pasta.
Li metto su una placca rivestita di speciale silicone o cartaforno oliata e li spennello con altro olio.
Metto la placca in forno a 200° per circa 20', il tempo dovrebbe bastare per dorare i triangoli.
Li servo tiepidi, quando sono ancora molto friabili, leggeri e saporiti.


2 commenti:

Dory_Mary ha detto...

SEMBRANO DAVVERO BUONI..BRAVISSIMA!

Jo ha detto...

In effetti erano ottimi. Detto da altri.
Grazie Dory...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...