lunedì 18 luglio 2011

Risotto ai peperoni, mantecato allo zola naturale

Spesso mi ritrovo amici e vicini di casa a pranzo o a cena.
Magari è per ricambiare il cat-sitting della mia mezza randagina, oppure per sollevare dalle incombenze della cucina le amiche (almeno per una volta!) che lo fanno quotidianamente per la famiglia.
Così improvviso, cioè prima invito, poi guardo in dispensa e invento.
L'altra sera nel frigorifero c'erano 2 peperoni, uno rosso e l'altro giallo, e dello zola naturale preso dal mio 'mitico' formaggiaio-affinatore che va a recuperare formaggi in giro per tutta l'alta Valtellina e Valsassina, ma non solo!!!, che poi fa maturare nelle sue grotte sopra Civate (Lecco).
Quindi??? ovviamente, nella mia dispensa le scorte di Riso Caia sono quasi illimitate...per cui, vai col risotto!
Un mix saporito, nervoso, da abbinare ad un morbido Gewurztraminer dell'Alto Adige.

-ricetta-
400 g riso Baldo
2 peperoni misti, giallo e rosso
1 cipolla rossa di Tropea
una noce di burro salato
olio evo
100 g zola naturale, 1 cucchiaio di ricotta
brodo vegetale

Trito la cipolla, la faccio soffriggere senza bruciarla in burro e olio, unisco i peperoni tagliati a dadini, salo e faccio appassire per 5' a fuoco vivace.
Quindi aggiungo il riso, lo faccio ben tostare e aggiungo via via del brodo vegetale, che per comodità può essere anche granulare, ma farlo fresco è un attimo (acqua + carota + sedano + cipolla cotti per almeno mezz'ora)...
Porto il tutto a cottura al dente, spengo il gas e unisco lo zola a dadini e il cucchiaio di ricotta per mantecare.
Mescolo bene e lascio riposare 3'.
Io adoro il pepe nero ma, siccome a tutti non piace, metto il macinapepe a tavola così chi gradisce può aggiungerne per esaltare ancora di più il sapore di questo risotto.



Foto solo degli ingredienti....so' smemorata, lo so! impiatto e non scatto! :))

Il burro salato...fortuna che qui da noi ora si trova...più che altro quello danese, che va bene.
Solitamente ne faccio scorta in Francia, tanto ci andiamo spesso nel corso dell'anno per rifornimento vini, e allora si che posso sbizzarrirmi acquistandone di vari tipi, da quelli con cristalli di fleur de sel, a quelli modicamente salati, che poi conservo nel freezer sino alla bisogna.

1 commento:

Anonimo ha detto...

ggg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...