mercoledì 5 settembre 2012

Polpettine "tortellino"


Un saluto a tutti.
Il solo pensare ai tortellini mi fa venire subito in mente il saporito ripieno, che mangiavo a cucchiaini di nascosto mentre li preparavo aiutando mamma e papà.
Era un lavoraccio, prima fare la pasta, poi tirarla sottile, la sera prima mamma aveva cotto la carne per il ripieno che il giorno dopo veniva mescolata a prosciutto crudo, mortadella, parmigiano, tanta noce moscata e un po' di mollica bagnata nel latte.
Un sapore che ricordo perfettamente, uno di quelli che sono rimasti indelebili nei cassetti della mia memoria sensoriale.
Tutto questo per dire che, grazie a un piccolo trafiletto trovato nell'allegato di cucina di un settimanale di programmi TV, mi è venuta voglia di fare queste polpettine a base di ripieno per tortellini, una soluzione più spiccia che preparare la pasta ripiena e un secondo accattivante per ragazze dal palato difficile, le figlie di amici che avremo a pranzo.
Oltretutto mi era avanzato un pezzetto di lonza dai bauletti che ho fatto giorni fa, subito congelata ovviamente, e dovevo altresì terminare la parte apicale del gambetto di prosciutto orobico.
Alla fine sempre di riciclo si tratta... andare alla ricerca di appetitose ricette per far fuori gli avanzi del frigorifero, che da me sono sempre moltissimi.
Il problema sta nel ritrovare i ritagli! li strappo dalle riviste, poi li metto in apposite cartellette per quando vado alla ricerca di spunti, tutto sta a ricordare in quale siano! ho provato a dividerli per argomenti, ma chissà come dopo un po' mi ritrovo coi dessert mischiati alle paste asciutte.
Eppure nel mio caotico (dis)ordine mi ci ritrovo sempre... dovreste vedere la mia fucina-cucina.
Magari vi posto una foto scattatami da un'amica, naaaaaa meglio di no, rimarreste inorriditi e non seguireste più i miei racconti culinari!
Ma veniamo ai 'nudi di tortellino'.

-ricetta-
200 g polpa maiale, lonza
100 g mortadella
100 g prosciutto crudo
80 g parmigiano grattugiato
1 uovo grande
1/2 panino ammollato nel latte
noce moscata, pepe
20 g burro

Taglio a dadi la lonza e la faccio rosolare per 5' nel burro spumeggiante.
Spengo e lascio intiepidire.
Preparo il robot, metto la carne, il prosciutto, la mortadella, il panino strizzato, il formaggio, l'uovo e lo aziono per ottenere un composto piuttosto fine, poi macino abbondante noce moscata e poco pepe, sempre nero.
Niente sale mi raccomando, basta e avanza quello di salumi e formaggio.
Trasferisco il composto in un contenitore e metto in frigorifero.
Un'ora prima del pasto formo delle piccole polpette che rotolo nella farina e faccio friggere in poco olio, anche d'oliva.
Ottima idea anche per appetizer e finger food, oltre che per ragazzini dai gusti difficili.

4 commenti:

Dory_Mary ha detto...

ma sono sfiziosissimi...mi piacciono...bravaaaaaaaaaaaa

I fiori di loto ha detto...

complimenti per il tuo blog. E' davvero molto carino e questa ricetta è proprio sfiziosa.
Mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi. Se ti va passa a trovarmi sul mio blog.
Paola

Andrè ha detto...

Sono buonissimi, dalla tradizione emiliana, anche io come te preparazione battuto (Batù, chiamato dalla mamma) con qualche ingrediente in più.... qualcuno anche "segreto" per i cappelletti alla ferrarese.... preparazione della pasta all'uovo e la tradizionale apertura delle pastelle.... per inserire il ripieno e poi la magica piegatura intorno al dito....a cappello ..... appunto..... insomma tutto per dire che il ripieno fritto a polpetta..... è OTTIMISSIMO.... qualche volta invece di friggerli nell'olio li cucino nel forno....
Grazie Jo per questo angolo molto simpatico e piacevole... Baci
Georgie

Jo ha detto...

Grazie a tutte! quanti complimenti, mi fate commuovere...

Ciao Paola/Fiori di loto, sono appena passata da te, bello il tuo blog, ho visto che hai una ricetta con le zucchine tonde, le ho fatte anche io giorni fa e fra due giorni ho programmato qui la ricetta.

Geo.. un bacio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...