sabato 27 ottobre 2012

Mafaldine d'autunno, con zucca, salsiccia e...


La zucca! che meraviglioso regalo della natura, è versatile, dolce, colorata.
Ha gli stessi colori di molte delle foglie che cadono dagli alberi prima del riposo invernale, è molto saporita, a volte quasi troppo dolce, allora il segreto è mantenerle un po' di scorza che le regalerà una nota verde.
E' ottima da sola o nel ripieno dei classici tortelli mantovani, che non amo particolarmente ma di cui farò prossimamente una mia versione a risotto.
Oppure per deliziosi cremosissimi passati, o nell'impasto di colorati gnocchi, nel risotto, nei sughi per la pasta.
Sempre con la sua nota dolce che si può cercare di controbilanciare con un po' di pomodoro, la salinità della salsiccia o del guanciale, l'aroma di rosmarino e salvia.
Di sicuro qualsiasi cosa condita con un sugo a base di zucca acquisterà cremosità e dolcezza.
In pratica oggi ho mescolato l'acidità del pomodoro con l'aroma di rosmarino e con la salsiccia, più l'immancabile pepe nero, che esalta tutti i sapori. E per mantecare, sul fondo della terrina, una grossa cucchiaiata di crema di camembert da mescolare solo alla fine, quando rivestirà di ulteriore sapore l'insieme di pasta e condimento.
Ho scelto le mafalde mignon, ma potrebbe andare bene qualsiasi altro formato di pasta corta, dalle ruote alle farfalle.
In questo periodo è tutto un abbinare piatti alla tradizione di Hallowen, senza scomodare leggende che non ci sono troppo familiari pensando a dita di strega e pupazzetti vari, la notte di Ognissanti potremmo festeggiare con un piatto a base di zucca.
Dosi per 4

-ricetta-
320 g pasta
150 g salsiccia a nastro
250 g zucca
50 g cipolla
2 pomodori perini
rosmarino
olio evo
sale, pepe
crema di Camembert

Pulisco la zucca lasciandole la scorza e la taglio a bastoncini, trito finemente la cipolla, taglio a dadini i perini, sbriciolo la salsiccia.


Metto a scaldare l'acqua per cuocere le mafalde, la salo al bollore.
In un tegame soffriggo la cipolla con un filo d'olio, quando è appassita metto la salsiccia che faccio rosolare molto bene prima di aggiungere la zucca e i pomodori.
Lascio che il tutto si cuocia per 10', insaporisco con aghi di rosmarino e spengo.
Lesso la pasta al dente, la scolo molto umida nel tegame del sugo, la mescolo velocemente poi la verso in una terrina sul cui fondo ho messo un cucchiaio abbondante di crema di Camembert, aspetto un minuto e mescolo, macino abbondante pepe nero e servo.
E' un primo piatto molto saziante, vi consiglio di accompagnarlo a della verdura o della frutta e nulla più.

5 commenti:

denni ha detto...

mmhh...e secondo me l'idea vincente è il camembert mantecato...sto sbavando sui tasti! eheh!
Ciao JO!

Sara ha detto...

Un piatto golosissimo, lo voglio provare, la crema di camembert si trova senza problemi? Non sapevo neanche che esistesse, se invece preparo una fondutina con il latte è molto diverso?
Grazie, Sara

Jo ha detto...

ciao Denni.... su, dai, sbavando addirittura! :)

@Sara, io la trovo al super, ma una fondutina col latte va benissimo, è giusto per dare ulteriore sapore e cremosità. Ne basta pochissima... buon lavoro! :)

Dory_Mary ha detto...

devo assolutamente provare la tua ricetta,complimenti e buon fine settimana!!

Jo ha detto...

ciao Dory... provala!
buon inizio settimana a te, questa è bella perchè è spezzata!
:-*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...