martedì 6 novembre 2012

Barchette di peperoni con sgombri


Quest'anno devo rassegnarmi, mio marito non ha potuto andare a pescare quindi il pesce lo acquisto.
Adoro il pesce azzurro, è buono, fa bene, è ricco di nutrienti importanti e a volte è così economico che non si capisce come mai.
Ho trovato degli sgombri perfetti e di buona pezzatura, sui 350 g ognuno, ne ho presi tre e li ho cotti in un profumato brodetto aromatico.
Però non volevo servirli come al solito, sfilettati e conditi con olio e sale, mi stuzzicava l'idea di una presentazione più colorata, avevo già il forno acceso perchè stavo cuocendo un pezzo di zucca, ne ho approfittato per cuocere anche due peperoni, uno giallo e uno rosso, nelle cui falde ripulite ho poi accomodato il pesce, tritato a coltello e condito con capperi, olio e limone e con le carote del brodo di cottura.
Ne è uscito un piatto multicolore, molto saporito, salutare e leggero. Ottimo come antipasto con delle sgrassanti bollicine, nello specifico uno Champagne, li ho serviti sempre in occasione della serata con amici, tutta dedicata ai vini francesi.
Abbiamo stappato il Grand Cru- Blanc de Blancs millesimato 2004 di Pierre Moncuit, elegante, dal perlage molto ricco con bollicine fini e persistenti, di colore giallo paglierino intenso con riflessi dorati che ne denotano l'importanza, e un bel corpo equilibrato di lieviti e burro, tipici dello Chardonnay, con un perfetto connubio di sapidità e freschezza.

-ricetta-
1 kg di sgombri piuttosto grandi
2 peperoni, uno giallo, uno rosso
2 carote
cipolla, sedano, alloro, prezzemolo, vino bianco, limone, sale, pepe (per il brodo)
1 cucchiaio di capperi al sale
1 limone spremuto
olio evo, sale, pepe
senape di Digione

Eviscero gli sgombri e li lavo.
In una pentola metto a scaldare abbondante acqua con le carote pulite e le altre verdure tagliate a pezzi, salo leggermente poi lascio bollire per 30' prima di immergere nel brodo aromatizzato gli sgombri che porto a cottura, facendo sobbollire piano, in circa 30'.
Lascio che il pesce intiepidisca nel suo brodo, poi lo spello ed elimino la lisca centrale e tutte le piccole lische ricavando i filetti.
Tengo le due carote cotte nel brodo, e getto via tutto il resto.
Condisco i filetti con buon olio evo, questo lavoro posso farlo anche con uno-due giorni in anticipo, conservando i filetti coperti d'olio in frigorifero.
Prendo una boule, ci metto le carote e i filetti di pesce tritati a coltello, condisco con i capperi dissalati, lasciandoli interi se sono piccolissimi oppure tritandoli se sono più grossi, aggiungo un cucchiaio di senape, regolo di sale, metto il succo di limone e completo con l'olio con cui ho conservato il pesce.
Mescolo bene e lascio insaporire.
Nel frattempo avrò cotto in forno i due peperoni solo tagliati a metà per il lungo e conditi con un filo d'olio e poco sale. Quando sono teneri ma ancora abbastanza consistenti li sforno, li lascio intiepidire poi li taglio a metà, ricavando quattro falde per ognuno, sulle quali distribuisco il pesce condito.
Metto le falde allineate su un vassoio e completo con un po' di insalatina fresca prima di servire.

2 commenti:

Dory_Mary ha detto...

fantastica la tua ricetta,da provare!!Complimenti e buona serata!

Jo ha detto...

come sempre grazie mille Dory... avevo messo la moderazione per togliere la parola indecifrabile, ma non ricevo gli avvisi per posta... stamattina per caso sono entrata nei commenti... e per fortuna! sennò sembra che non mi importi nulla!
Ciaoo e buona domenica!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...