domenica 11 novembre 2012

Cheesecake, cotta, ai mirtilli


Oggi è domenica, il dì di festa è un ottimo motivo per cucinare un dolce.
Con questo tempaccio spero solo che non vada via la luce, come spesso succede.
Sul sesso della cheesecake la diatriba è aperta.
E' una torta al formaggio, quindi è femminile. Cake però è sostantivo maschile.
Oggi vedo rosa per cui la tratto al femminile.
Si dice sia un dolce di origini antichissime, già greco-romane.
Quelle cotte sono tipiche di NewYork, le più belle le ho viste nelle loro bakery!
I miei gusti in fatto di dolci sono esigenti, dato che non mi piacciono e non sono zucchero-dipendente, per apprezzarli devono avere un buon equilibrio tra zuccheri e grassi.
Questi requisiti li applico soprattutto quando mi ritrovo a cucinarli e, detto tra noi, sono tra le cose che mi vengono meglio in assoluto. Per quanto riguarda le cheesecake preferisco quelle cotte ché spesso quelle a crudo sono gelatinose e formaggiose.
Questa ricetta l'ho modificata da Sale&Pepe perchè, come al solito, mi occorreva una torta gigante, metterò tra parentesi le dosi per la torta mega, potrebbero tornarvi utili qualora doveste confezionare una torta di compleanno per una ventina di persone.
Altro fattore importante è la scelta della ricotta, tra le migliori per i dolci c'è quella piemontese (seirass) che ha consistenza morbida e fine ed è fatta con latte misto, vaccino-ovino.
La ricotta inoltre non è troppo calorica il che, nel computo calorico di una cheesecake, non guasta.
Per la base ho usato i classici biscotti secchi al posto dei digestive, aromatizzandoli con cannella e usando ottimo burro per compattarli.
Aggiungo un po' di fecola per mantenere morbida la farcia evitando che si crepi durante la cottura.
Sono soddisfattissima del risultato (i commensali hanno più che gradito) e, non potendoli avere a pranzo, dedico questo dolce ai figli di due amici che oggi compiono gli anni, sono 19 per Valentina e 16 per Giulio.
Auguri ragazzi!
Dosi per 8

-ricetta-
350 (550) g ricotta
200 (350) g biscotti secchi
150 (375) g mirtilli
120 (225) g burro
130 ( 200) g zucchero
3 (5) uova
20 (40) g fecola
estratto di vaniglia
100 (200) ml panna fresca
1/2 (1) limone non trattato
cannella in polvere
cocco disidratato
zucchero a velo
sale

Per prima cosa preparo la base, sciogliendo al microonde il burro e riducendo in polvere i biscotti nel mixer aggiungendo un cucchiaino di cannella e un cucchiaio di zucchero.
Mescolo il trito al burro, poi lo stendo sul fondo di una tortiera quadrata o rettangolare rivestita di cartaforno, lo livello e lo compatto premendo con i palmi delle mani.
Metto lo stampo in frigorifero a rapprendersi intanto che preparo la farcia.
Separo tuorli e albumi, mescolo lo zucchero rimasto con la ricotta, poi unisco i tuorli, la panna, la fecola, un po' di vaniglia, un pizzico di sale e il succo e la scorza grattugiata del mezzo limone.
A questo composto incorporo gli albumi montati a neve e da ultimi i mirtilli.
Rovescio la crema nello stampo sopra la base di biscotti, spolvero la superficie con zucchero a velo e con il cocco grattugiato e inforno a 180° per 15', poi abbasso la temperatura a 170° e proseguo per altri 45' o più, dipende dal forno.
La superficie deve risultare dorata.
Faccio raffreddare la torta nel forno lasciando lo sportello socchiuso, quindi la servo a quadrotti spolverati di zucchero a velo.
Con le dosi tra parentesi ne ho ricavate 18 porzioni.

1 commento:

Dory_Mary ha detto...

bellima la tua ricetta,complimenti anche per il bel post.Buona domenica!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...