mercoledì 28 agosto 2013

Ali di pollo fritte in pastella alla birra

Eh eh, buongiorno amici, ritardo un po' le pubblicazioni perchè sono affacendata con confetture e pesto. Ho una dozzina di ricette di cui parlarvi ma non trovo il tempo di scrivere (nemmeno all'alba)... esisterà un modo per dettare al pc, un po' come Siri sull'iPhone? mi risolverebbe tanto. Ci devo studiare...
Però non posso mancare di raccontarvi la genesi di queste alette, impastellate alla birra e non solo perchè, dopo averle rivestite di pastella, le ho passate in fiocchi di patate prima di friggerle.
Si sono così rivestite di croccantissime scagliette che sembravano minuscoli frammenti di vetro, in controluce.
E non le ho nemmeno sbollentate prima della frittura, se si ha l'accortezza di friggerne non più di 3 o 4 pezzi alla volta, controllando la temperatura dell'olio che deve rimanere sui 160/170°, non occorre precottura, basta farle dorare uniformemente per almeno 8 minuti. In questo modo si cuoceranno alla perfezione anche all'interno vicino all'osso.
Un secondo godurioso e succulento che merita delle bollicine per sgrassare la bocca, come lo Champagne Brut Tradition di Tarlant, quasi tutto a base di Pinot Nero e Pinot Meunier. Nel blend di uve c'è solo una piccolissima parte di Chardonnay e infatti si sente il suo spiccato carattere, è secco e fragrante, con profumi di frutta rossa. Perlage finissimo nonostante il dégorgement avvenuto nel 2010, sono vini imbottigliati e lasciati oltre 60 mesi sui lieviti. Nei nostri periodici viaggi in Champagne una visita a questa antica e piccola maison non manca mai.
Bon appétit mes amis! :)

-ricetta-
8 ali di pollo
2 uova
1 lattina di birra chiara leggera
farina
curry o paprica o altra spezia a piacere
fiocchi di patate
olio di arachidi
sale
Pulisco le ali di pollo eliminando parte della pelle che cresce, le passo sulla fiamma per eliminare i residui di penne, poi le lavo bene e le tampono con carta da cucina. Elimino la punta che è tutta ossicine e le divido in due, ricavando 16 pezzi.
Preparo la pastella diluendo 2 o 3 cucchiai di farina nelle uova leggermente sbattute, cerco di non fare grumi poi allungo la pastella con la birra sino ad ottenere un composto fluido non troppo liquido.
Lo salo e lo insaporisco con un cucchiaio di curry o di paprica.
Lascio riposare la pastella 30' poi ci tuffo il pollo e lo lascio in ammollo un pochino.
Intanto verso dei fiocchi di patate, di quelli da puré in una vaschetta, scaldo abbondante olio in un pentolino profondo ma non troppo grande e quando ha raggiunto la temperatura giusta passo le ali nei fiocchi e le tuffo nell'olio. Regolo la temperatura dell'olio in modo che rimanga costante ma non troppo elevata, cuocio 3/4 pezzi alla volta e quando sono dorati dappertutto, ci vogliono circa 8', li metto a scolare su carta da cucina.
Li lascio leggermente intiepidire, il tempo che occorre per friggere tutti e 16 i pezzi, quindi li spolvero con un pochino di sale prima di servirli.

5 commenti:

perrypotter ha detto...

Sembrano deliziose, non le ho mai provate con i fiocchi di patate.
Grazie per il consiglio :)

Jo ha detto...

grazie a te, Perry.. i fiocchi danno un bel crunch....provale!
:)

Cuoca Pasticciona ha detto...

Buone e saporite, da accompagnare con una bella salsina!! Perfette!!
http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

Alessandro Pastorini ha detto...

sembran ottimee Jo!! ti ho aggiunto alla mia lista bloggers a presto!!

Jo ha detto...

grazie C.P. chissà perchè il tuo commento non mi è stato segnalato..... proporrei una salsa leggera a base di yogurt!


@Ale.... benvenuto! hai sistemato il tuo blog?? vado a iscrivermi anch'io ai tuoi followers... avevo anche commentato qualcosa ma Blogger non mi prendeva i commenti, ben arrivato tra noi, hai una marcia in più oltre alla giovane età, hai molto stile! complimenti :-*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...