domenica 4 agosto 2013

Eton Mess

Buona prima domenica d'agosto!
Sono appena rientrata dal mio blitz per balletti nella magnifica cornice del Festival Pucciniano di Torre del lago, dove ho assistito a un'interpretazione superba dell'Achille e Pentisilea, in cui danza e teatro si fondono mirabilmente. Ammetto che i miei occhi sono rimasti deliziati dai balletti, magistralmente interpretati da Francesco Mariottini e dal corpo di ballo di Emox Balletto per la regia e le coreografie di Beatrice Paoleschi.
Complice il poco sonno o il viaggio di ritorno sfiancante subito dopo lo spettacolo perchè, nel frattempo, a casa il consorte viveva ore di angoscia, quella sventatella di Jolie ha pensato bene di perdersi nel bosco e solo dopo che ho continuato a chiamarla senza sosta si è decisa a rispondere per segnalarci la sua posizione nel fitto della vegetazione, il dolce odierno, da servire agli amici a pranzo, sarà questo, che richiede un impegno minimo in cucina.
Si fa in un lampo, occorrono pochi ingredienti e l'effetto "oohhohhh" è assicurato.
Sono oramai alcune settimane che servo questo dessert inglese che più british non si può!
Mi ci sono imbattuta guardando quello stravagante di Jamie Oliver prepararlo schiacciando tra le mani i poveri frutti rossi, faceva tanto Jack lo squartatore e infatti sembrava uscito da un film dell'orrore con mani insanguinate all'inverosimile, ma lui è sempre così sanguigno nel suo modo di cucinare! si vede che mette molta passione in quello che fa e ama smanacciare la materia prima. Molto poco british tutto ciò.
Niente paura, basta un semplice mixer per ridurre in poltiglia parte della frutta senza lordarsi le mani e senza sprecarne il terzo che rimane su di loro. Non avessimo validi aiuti meccanici potremmo anche schiacciare fragole e lamponi con le mani, ma siccome ci sono utilizziamoli con criterio.
Lui ha usato yogurt per mescolare il tutto alle meringhe, ma io preferisco seguire la ricetta della tradizione della cittadina principe dei collegi inglesi e usare panna fresca, che già non è di quella super grassa e cremosa che si trova in UK, mi basta sia fresca.
Però, per una ricetta più light, si può prendere in considerazione anche uno yogurt molto denso, cremoso e poco acido come quello greco intero (il total fage per intenderci).
Perchè mai Eton mess? che poi tradotto sarebbe "la confusione di Eton"? perchè di confusione nel bicchiere (o nel vassoio) si tratta. Panna montata con lo zucchero a velo in Chantilly, fragole e meringhe mescolate alla rinfusa.
Un ottimo sistema per preparare velocemente un dolce, il denso coulis di frutta si può fare in anticipo, la ricetta originale nacque per recuperare meringhe mal riuscite che ovviamente si sostituiscono con meringhe di pasticceria se non vogliamo farle in casa.
L'Eton college, che ha sede nell'omonima cittadina del Berkshire famosa per aver fornito l'istruzione superiore a grandi e famosi personaggi, qui tra gli altri hanno studiato anche il neo papà principe William e suo fratello Harry, vide i natali nel 1440 per volere di re Enrico VI, è considerata la scuola più prestigiosa del Regno Unito ed è esclusivamente maschile.
Questo dolce viene, per tradizione, servito in occasione dell'annuale gara di cricket contro gli studenti dell'Harrow School.
Ve lo consiglio come dessert perchè piacerà a tutti, è veloce e semplice da preparare e di sicuro impatto visivo.
Scegliete dei bei bicchieri, frutta matura, panna fresca e meringhe di pasticceria e il gioco è fatto.
Dosi per 6

-ricetta-
400 g panna fresca
250 g fragole
250 lamponi
100 g zucchero a velo, circa
100 g meringhe

Frullo metà della frutta con 2 cucchiai di zucchero a velo senza ridurla proprio a puré, usando l'intermittenza.
A questa mescolo il resto tagliato a pezzetti, tranne una fragola o un lampone intero che metto da parte e userò per decorare i bicchieri.
Monto la panna in Chantilly nella planetaria con altri 2 cucchiai di zucchero a velo (40 g).
Compongo il dessert nei bicchieri mettendo sul fondo di ognuno un po' di meringa spezzata e un cucchiaio di coulis, sopra una cucchiaiata di panna montata e altro coulis, altra meringa e panna, e finisco decorando con il frutto intero che ho conservato.
Quindi servo subito.

Giusto un paio di immagini dall'Achille e Pentesilea.... che meraviglia sono i corpi scolpiti dei danzatori! e che scossa di emozioni che è stato lo spettacolo. Ciao Francesco, spero di rivederti presto in  rappresentazioni così prestigiose.


2 commenti:

Maria Grazia ha detto...

Deve essere stato uno spettacolo straordinario, Jo.
Come straordinario è questo fresco, colorato e buonissimo dessert.
Un abbraccio
MG

Jo ha detto...

La danza è uno spettacolo per gli occhi, per il cuore e per la mente. Non vedo l'ora che ne facciano una nuova rappresentazione, forse in autunno-inverno dove spero tanto di esserci.
Il segreto dell'Eton mess sta nella qualità delle materie prime, devono essere ottime meringhe e fragole.
Ciao MG, buon inizio settimana!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...