lunedì 22 luglio 2013

Crostoni di pane integrale, pomodoro e ceci neri

Ehhehh! cucina veloce all'orizzonte.
Merito del caldo, del rallentamento consigliato?
Non saprei, pur cucinando sempre per me sola a volte vado sul pratico e cerco di sporcare una sola padella. Ma soprattutto recupero avanzi.
Ossia, quando lesso dei legumi ne cuocio apposta un po' di più, così nei giorni seguenti mi ritrovo con alcuni ingredienti che devo solo rielaborare.
Oggi per un'amica e per me, in terrazza, servo queste bruschettone condite con pomodoro molto cipollato e ceci neri, il tutto appena sferzato da due acciughe sott'olio e un'idea di aglio strofinato sul pane (facoltativo). E' la stagione delle cipolle di Tropea, si trovano ovunque in trecce meravigliose, sono dolci e tenere.
Stapperò una birra, tanto per stare leggere, come se le birre che piacciono a me lo fossero. Ma se non devo uscire, nè devo guidare, un po' d'alcool è consentito.
Quando bevete una birra con un buon grado alcolico o ad alta fermentazione, concedetevi un grande bicchiere. Quell'assurda abitudine americana di scolarsi una birra dalla bottiglia la trovo oscena e irrispettosa verso quello che stiamo bevendo, chi berrebbe del vino 'a canna' dalla bottiglia?
Lo stesso vale per le birre, versate in ampi bicchieri possono sprigionare tutti i loro profumi e aromi e le si gusta di più! Magari questo discorso non vale per le birrette lager, quelle molto ma molto basic, che però non bevo, vado ad acqua piuttosto!
Ricordo la prima volta a Washington, eravamo in Georgetown seduti al bancone di un ristorante in attesa che si liberasse un tavolo. Chiedemmo una birra e ci arrivarono le bottiglie, tout court. Aspettai un congruo tempo sperando ci portassero i bicchieri, poi mi rassegnai a chiederli, pur avendo visto tutti attorno a noi bere a canna. Ce li diedero, ma guardandoci come fossimo extraterrestri. Ed erano gli anni '90.
Ora che ci faccio caso sono abbastanza una 'rompi' nei locali pubblici ma, come ripeto spesso, pretendo professionalità da chi si occupa di bevande e cucina (e non gestisce una mensa), esigo che trattino cibo e bevande con appropriatezza. Sbaglio? non credo.

-ricetta-
fette di pane rustico integrale
passata di pomodoro fatta in casa, una tazza
ceci neri, una tazza
2 cipollotti di Tropea
2 filetti alici sott'olio
1 spicchio d'aglio
olio evo
sale
La passata l'ho già pronta, nel caso frullate qualche pomodoro maturo con un goccio d'olio e un pizzico di sale.
Scaldo un filo d'olio in una padella, quindi metto i cipollotti affettati e li faccio appassire per almeno 5' a fuoco basso poi li salo, verso la passata e i ceci, poi metto le alici e abbasso la fiamma lasciando restringere e insaporire per 15'.
In una padella rovente abbrustolisco le fette di pane casereccio da ambo i lati, se vi piace strofinate un lato con un po' d'aglio, tenendo la mano leggera, deve appena profumare non dominare.
Distribuisco sulle fette il ristretto coi ceci e servo.
Stappo una buona birra e ... prosit!

1 commento:

Maria Grazia ha detto...

Squisitissima proposta, Jo! Ogni giorno una vera chicca!
Baci
MG

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...