martedì 23 luglio 2013

Trofiette con pesto, semi di zucca e... quel che c'ė di avanzato

Perchè non scrivo un libro di ricette? è una domanda che troppo spesso mi rivolgono le amiche più care e assidue. Ma per carità... già affoghiamo nella carta (non ho nulla contro i libri, li divoro), ma come potrebbe interessare l'ennesimo libro di cucina? Io non porto tacchi 12 in cucina con cui chiudo lo sportello del forno e quindi non venderei mai milioni di copie.
E poi di cosa potrei parlare? forse della cucina degli avanzi, quella mi riesce bene.
Molte persone che conosco non rimangiano la stessa cosa se non sono passati almeno 7 giorni, a me succede invece di avanzare sempre qualche ingrediente e non posso fare altro che riciclarlo in nuove ricette.
In queste trofie per esempio ho riutilizzato una ciotolina di pesto, qualche pomodoro al forno, alcune fettine di salame piccante. Tutti ingredienti che voi potete procurarvi, è logico che un salame tipo Napoli non lo si finisce tutto in una volta e ve ne rimarrà un pezzo nel frigorifero per altre ricette.
Ecco un'idea per dargli nuova vita. E se non avete pomodori al forno usatene di freschi o di secchi fatti rinvenire in un po' di vino bianco.
Se volete fare un piatto vegetariano eliminate il salame e magari aggiungete spicchietti di uovo sodo.
Dosi per 4

-ricetta-
320 g trofie secche
250 g zucchine
150 g pomodori al forno
80 g salame tipo Napoli o chorizo
1 cipollotto
1 tazzina di pesto
semi di zucca
olio evo
sale
Taglio le zucchine in 4 per il lungo poi a spicchietti. Trito il cipollotto, riduco a filetti i pomodori e preparo il salame piccante a dadini.
Scaldo un velo d'olio in una padella dove poi salterò la pasta e ci soffriggo lentamente il cipollotto prima di mettere le zucchine e farle un po' appassire. A questo punto aggiungo i pomodori e il salame, mescolo e spengo dopo 2'.
Lesso la pasta al dente, la scolo nella padella e la porto a cottura con un po' della sua acqua, quindi spengo e la condisco col pesto. Quando l'ho porzionata nei singoli piatti aggiungo alcuni semi di zucca passati un attimo in una padella rovente per tostarli.

1 commento:

Maria Grazia ha detto...

Ma che proposta sfiziosa1 Davvero insolita. Mi piace moltissimo, Jo. Come tutti i tuoi suggerimenti, del resto!
Un abbraccio
MG

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...