venerdì 26 luglio 2013

Spaghetti con le vongole

Dopo la vernice del locale delle amiche, ieri pomeriggio, cucinare un piatto di pasta è facile e veloce.
Soprattutto dopo che ho visto lo scempio dei primi piatti di pesce della pizzeria dove abbiamo terminato il lungo pomeriggio di festeggiamenti. Ripensando allo sguardo sconsolato di Alvaro al piatto delle sue 'pennette zucchine e gamberi', che affogavano in un sughino arancione molto salato, mi è subito venuta voglia di preparare qualcosa di buono.
Cosa meglio di un buon piatto di spaghetti alle vongole per un venerdì estivo? Alvaro, come here!
Un classicissimo che ognuno interpreta a modo suo, a me piace in bianco con appena qualche virgoletta di colore data dal cucchiaio di sambal che metto per sferzare un po' l'aroma.
Però se vi piacciono col pomodoro potete sempre aggiungerne qualche filetto o dadino.
L'importante è che ci sia un bel trito di prezzemolo e aglio, togliete l'anima se è germogliato, e utilizzate l'acqua di cottura delle vongole ben filtrata, che è saporitissima, per tirare la pasta in padella.
Le vongole aggiungetele solo alla fine, così non diventano gommose.
Scegliete spaghetti di ottima qualità, più è pregiato il grano con cui sono prodotti più sono buoni e di ottima consistenza.
Qualche mese fa avevo promesso a www.gustissimo.it che avrei pubblicato la mia versione degli spaghetti alle vongole , aspettavo l'estate quando si trovano delle belle vongole veraci, quelle con le caratteristiche corna.
In abbinamento un vino dell'isola di Ischia, il Biancolella di Antonio Mazzella, sapido e armonico, fresco e profumato. Ce lo ha regalato un amico, peccato che l'isola sia così lontana... adoro i vini ischitani.
Dosi per 4

-ricetta-
1 kg di vongole veraci
400 g spaghetti
un mazzetto di prezzemolo
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di sambal o di crema di peperoncino
olio evo
sale, pepe
vino bianco
Metto spurgare le vongole per un paio d'ore in abbondante acqua fresca con un pugnetto di sale grosso.
Poi le sciacquo e le trasferisco in una padella capiente con un filo d'olio, un ciuffo di prezzemolo, uno spicchio di aglio e 50 ml di vino bianco.
Metto sul fuoco a fiamma alta e copro. Dopo pochi minuti inizieranno ad aprirsi, aspetto un paio di minuti e spengo.
Lascio intiepidire qualche minuto poi sguscio i molluschi e filtro il liquido di cottura con una garza.
Metto a scaldare abbondante acqua per cuocere gli spaghetti, la salo al bollore.
Intanto in una padella grande scaldo un filo d'olio, ci soffriggo un bel ciuffo di prezzemolo tritato con uno spicchio di aglio e il sambal, deve profumare senza colorire troppo, poi aggiungo metà del liquido di cottura delle vongole e la pasta scolata al dente. Mescolo, faccio insaporire e saltare con l'altro brodo di cottura e poi aggiungo le vongole. Mescolo ancora e spengo.
Porziono la pasta nei piatti e aggiungo un po' di trito di prezzemolo fresco e un filino d'olio a crudo, più una macinata di pepe.

1 commento:

Maria Grazia ha detto...

Spaghetti e frutti di mare: il mio binomio preferito! Che bontà, Jo! Grazie per questa visione paradisiaca! :)
Un abbraccio
MG

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...